Decreto Legge “Cura Italia”: incentivi per la sanificazione degli ambienti di lavoro


10 Apr
10Apr

Il provvedimento, che è in vigore dal 17/03/2020, prevede all’art. 64 specifici incentivi per la sanificazione degli ambienti di lavoro.

In particolare, allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta, nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascun beneficiario, nel limite complessivo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020. 

Con successivo decreto del Ministro dello sviluppo economico, che sarà emanato di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze entro il prossimo 17 aprile, saranno stabiliti i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del credito d’imposta. 

Credito d’imposta per spese di sanificazione (articolo 64 del “Cura Italia”)

Le aziende che hanno sanificato gli ambienti potranno godere di un credito d’imposta pari al 50%  delle spese sostenute, fino a un massimo di 20 mila euro. Il credito sarà riconosciuto sino all’esaurimento dell’importo massimo di 50 milioni di euro previsto dal decreto del MISE di concerto con il MEF.


 per scaricare la gazzetta ufficiale clicca qui   Gazzetta Ufficiale 20200317_070.pdf


Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.